ecosostenibili

ECO JOURNEYS

Viaggi nel mondo da fare a cavallo, a piedi, in bici, in canoa. Con foto, mappe, informazioni e suggerimenti.

Venezia e il Turismo Cortese – Veneto

Esperienziale e consapevole

venezia-i voga alla veneta

Si fa sempre più impellente la necessità di applicare modelli di turismo che siano eco-sostenibili e responsabili, non solo nei confronti dell’ambiente naturale che si visita, ma anche verso le persone che abitano quei luoghi, la loro cultura e le loro tradizioni.

Noi abbiamo voluto chiamare questo modo di visitare Turismo Cortese.

Il nome stesso vuol essere quindi un invito a essere cortesi e gentili nei confronti di chi ci ospita, rispettandone le differenze, le fragilità e le eventuali difficoltà.

Il turismo cortese vuol essere anche una maniera di partecipare direttamente alla vita quotidiana del posto che si visita, perché è l’unico modo per comprenderne a fondo i significati e i valori.

Tutto questo acquista ancor maggiore importanza quando si parla di una città come Venezia.

Voga alla Veneta, il cuore della Venezianità

Venezia rischia di diventare una sorta di grande parco divertimenti, una Veniceland, consumata e calpestata da moltissimi turisti (20 milioni ogni anno) che la attraversano passando sempre negli stessi posti, facendo sempre le stesse cose, senza capirne neanche lontanamente il senso.

Al contrario noi vogliamo proporre un turismo consapevole, esperienziale, “cortese” appunto, anche in questa città, perché Venezia non è solo Piazza San Marco e le gondoline di vetro cinese.

Ecco quindi che proponiamo a chi vuole avvicinarsi a una delle più antiche tradizioni veneziane, una lezione di voga alla veneta. Si fa l’esperienza di remare su una barca tradizionale, così come hanno fatto i veneziani per secoli, attraversando rii e canali e godendo la meraviglia della vista di Venezia dall’acqua.

Diventare parte attiva e vivere la barca come un vero veneziano è senza dubbio un’esperienza unica da vivere a Venezia.

La vera scoperta della Serenissima

L’obiettivo comunque non è solo divertirsi imparando e stupirsi per la bellezza di Venezia, ma anche quello di sensibilizzare il visitatore nei confronti di una tradizione antichissima e unica, nel rispetto dell’ambiente e della cultura veneziana.

Ecco quindi che la proposta non si limita al solo insegnamento della tecnica di voga, ma si arricchisce di una parte di lezione sulla città stessa, la sua storia, i suoi problemi e i paradossi della vita quotidiana di ieri e di oggi.

E infine si può scegliere di visitare uno squero (antico cantiere navale) o un palazzo o il laboratorio di un artigiano e così via, in modo da compendiare la classica visita alla città con la scoperta di angoli e spazi poco turistici e meno conosciuti.

La voga alla veneta è qualcosa di più di una semplice tecnica, è manifestazione diretta di uno spirito che ha attraversato secoli di storia, è il racconto diretto dell’armonia di un popolo con un ambiente così particolare come è quello lagunare.

Ci si porta a casa, insomma, non solo una bella esperienza, ma un pezzo dell’anima di Venezia.

Tutte queste proposte (e molte altre) sono organizzate dalla Associazione Venti di Cultura in collaborazione con L’altra Venezia.

Per maggiori informazioni:

info@laltravenezia.it

http://www.ventidicultura.it/turismo-cortese.aspx

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.