ecosostenibili

ECO JOURNEYS

Viaggi nel mondo da fare a cavallo, a piedi, in bici, in canoa. Con foto, mappe, informazioni e suggerimenti.

oltrepò

L’Oltrepò Pavese si presenta

oltrepò

L’Oltrepò Pavese, a un’ora di strada da Milano, si chiama così perché si trova a sud del fiume Po, in pieno Appennino Settentrionale.

E’ stato in passato un crocevia di scambi, uomini e culture molto importante, tra la pianura padana e il mare ed era attraversato dalla via Postumia, che partiva da Aquileia, passava da Voghera e arrivava a Genova, collegando quindi est e ovest.

E dallo scorso gennaio il G.A.L. Fondazione per lo sviluppo dell’Oltrepò Pavese (G.A.L.), sullo stimolo fornito da Expo 2015, si propone la crescita economica, sociale e culturale del territorio attraverso la valorizzazione delle risorse locali e delle zone rurali, promuovendo una strategia territoriale condivisa, e mettendo in pratica una serie di azioni, in stretta collaborazione con la Provincia di Pavia.

Ecco quindi che, da giugno, la Fondazione Luciana Matalon di Foro Buonaparte 67a Milano, sotto il nome Oltrepò Pavese, avanguardie tra e tradizioni fra l’Appennino e il Po, ospita varie mostre dedicate al tema.

SensAzioni di Appennino è, invece, l’evento di sabato 4 e domenica 5 luglio a Varzi, borgo medievale dove passava la via del sale, che si propone di potenziare l’identità della cultura dell’Appennino Pavese attraverso i luoghi, la storia e la tradizione gastronomica più identificativa.

oltrepo varzi

In questa occasione sarà presentata la Carta dei Sapori dell’Appennino Pavese, elaborata da un gruppo di esperti, che si pone come avvio di un progetto di ricerca aperto al contributo di più attori del territorio.

Durante SensAzioni di Appennino le ricette della Carta saranno protagoniste delle portate nella cena del 4 luglio e nel pranzo del 5 luglio, entrambi a cura dei ristoratori storici del territorio, allestiti presso il castello di Varzi, aperto per la prima volta in una straordinaria anteprima della sua recente ristrutturazione.

Sono previsti anche altri eventi sul territorio nei mesi estivi, a Varzi, a Stradella e a Voghera.

Inoltre, per far conoscere il territorio ai viaggiatori con strumenti d’avanguardia, è stata creata l’App OltrepoPavese da Luca Francesco Garibaldo e Stefano Oliveri di Jeco (www.jeco.biz) per G.A.L., scaricabile gratuitamente da Google Play e da AppStore.

Alla base della loro creazione ci sono alcune considerazioni interessanti: i paesaggi rurali sono una destinazione turistica che riscuote sempre più successo; c’è comunque difficoltà a reperire informazioni relative; manca un’interfaccia efficace tra le comunità dei territori; il traffico internet dai sistemi mobili ha superato quello dei desktop.

oltrepo castello

credito: valerio maruffi

Le sezioni dell’App sono quattro: ambiente, cultura, musica e gusto. Sono oltre 100 i punti di interesse da scoprire attraverso contenuti interattivi, oltre al calendario degli eventi nel territorio, e, grazie alle notifiche, il viaggiatore nell’Oltrepò è sempre al corrente degli aggiornamenti dell’App, che sono presenti anche offline.

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.