ecosostenibili

ECO JOURNEYS

Viaggi nel mondo da fare a cavallo, a piedi, in bici, in canoa. Con foto, mappe, informazioni e suggerimenti.

gps wwf

Il GPS che vi guida alle Oasi

L’Oasi del Bosco di Vanzago è un’isola di natura a una manciata di chilometri da Milano: appartiene a una delle 105 oasi tutelate dal WWF nel nostro territorio.

gps wwf

Non manca molto al compimento di trent’anni di vita di questa magnifica aerea protetta che, proprio perché si trova alle porte della metropoli lombarda, assume un significato particolare vantando una sorta di benemerenza: è la testimonianza viva e convincente che con la chiarezza di idee, la volontà e la passione si  possono creare iniziative di grande respiro che vanno ben oltre la risonanza locale.

Quella che era una riserva di caccia del Commendator Ulisse Cantoni, industriale della zona, è diventata come lascito alla sua morte nel 1977, un’oasi di rifugio, di soccorso e di cura per gli animali e un’ampia aerea dove tutte le componenti naturalistiche sono salvaguardate, meta di visite e luogo di studio e ricerche.

La punta di un fragile cuneo di natura selvatica che mette in comunicazione la metropoli di Milano con il Parco Regionale del Ticino.

Il Bosco di Vanzago è un serbatoio di biodiversità, di ossigeno, un luogo di svago e di educazione ambientale. La natura trova così il suo avamposto all’interno dell’area protetta: alberi, stagni e prati offrono una sicura dimora per uccelli stanziali, migratori, mammiferi e invertebrati.

Ma non bisogna pensare all’oasi come a un sistema chiuso: interagisce con ciò che ha intorno e deve programmaticamente aprirsi per educare tutti quelli che le si avvicinano, deve diffondere la cultura della natura fino a diventare una palestra di ecologia.

Importante partnership

È in questo luogo che è stata presentata un’importante partnership tra la sede italiana di Garmin e WWF Italia per sostenere le attività dell’associazione che più di ogni altra viene riconosciuta come la più vicina alla protezione della natura.

Il WWF è un’entità di riferimento per competenza e autorevolezza e il suo approccio è sempre scientifico e concreto, focalizzato su temi di interesse globale, come la salvaguardia del Mediterraneo, delle Alpi, la riduzione dell’impronta di CO2 e delle emissioni responsabili dei cambiamenti climatici.

Valori che Garmin condivide pienamente perché il territorio e la sua scoperta sono alla base del concetto di navigazione satellitare che l’azienda rappresenta.

Da questo mese di maggio 2013 è disponibile sul mercato italiano il GPS portatile eTrex20, personalizzato con i Punti di interesse di 105 Oasi WWF italiane e di 20 Fattorie del Panda.

Ma ciò che più conta in questa operazione è il percorso che la sede italiana di Garmin ha voluto intraprendere per un sostegno concreto alle attività del WWF nazionale.

Domenica 19 maggio 2013, per la Giornata Oasi WWF, il Parco Nazionale di 35.000 ettari formato da più di 105 Oasi WWF diffuse dalle Alpi alla Sicilia e Sardegna, celebra la sua festa annuale. Oasi aperte gratuitamente in tutta Italia con iniziative per tutte le età, per scoprire la bellezza della natura, conoscere le persone che ogni giorno la tutelano e toccare con mano perché non possiamo proprio farne a meno. Info e programmi:

http://www.wwf.it

www.garmin.com

Riserva Naturale Bosco WWF di Vanzago

Via delle Tre Campane 21, Vanzago (MI)

Tel. 02 9341761

boscovanzago@wwf.it

Centro Recupero Animali Selvatici tel. 02 93549076

 

Sono una giornalista di lungo corso. Curiosa e amante delle novità, ho trattato gli argomenti più disparati. Ma il viaggio e il viaggiare sono sempre stati una costante nella mia vita. Ho cominciato a girovagare da piccola ( la meta più esotica era Cesenatico) e già tenevo dei quaderni diario. Ho continuato da ragazza utilizzando l’autostop e scrivendo di stravaganti avventure. E ancora oggi, con mete sempre più lontane, la storia continua. Sono mutati nel tempo i modi di viaggiare e oggi mi concedo molti lussi in più. Ma lo spirito è lo stesso : scoprire un luogo prima che diventi turistico e se lo è già, scovarne quell’anima nascosta sfuggita agli obbiettivi distratti. Il più grande stress ? Fare le valigie. Vorrei viaggiare leggera come una farfalla, e cioè con l’essenziale, che stia tutto in uno zainetto da portare in spalla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.